A rinforzare il Città di Asti arriva Paulo Major

Si chiama Paulo Jorge da Silva Major il nuovo acquisto, un laterale, per il Città di Asti che con questo tassello mette a segno un colpo che va a rinforzare una squadra già da primo livello. Esperienze nell’Arzignano e nel Real Rogit (ultima apparizione italiana impreziosita da 25 segnature) e poi un passaggio nella lega portoghese, prima con l’Azemeis e poi con Il Modicus. Conosce già sia Braga, che Salamone, un trittico che si ricompone al Palasanquirico.

Altro

Città di Asti stagione 2019/20 pronti partenza via

E’ un sabato mattina afoso di agosto che induce più alle vacanze che non alla preparazione sportiva, ma il mondo pedatorio del calcio a 5 impone ritmi serrati e tempi certi e così dopo che la Divisione calcio a 5 ieri ha comunicato i gironi del nuovo campionato è già tempo di fare sul serio. Il 20 agosto i ragazzi agli ordini del duo Braga/Lotta saranno sul campo a sudare per una stagione che ci si augura sia molto proficua e possa superare il brillante risultato della scorsa, play off sfiorati e podio della Coppa Italia di categoria da esordienti in campionato. C’è entusiasmo nelle parole di Bruno Scavino patron della Brumar, che tanto dà allo sport astigiano, ed è un entusiasmo che contagia tutti a partire da Diego Furlanetto promosso al rango di Presidente Onorario a Roberto Formiglio neo Presidente del sodalizio astigiano per finire ad Alessio Sepe di Meap, numero due ma tanta voglia di fare bene.

Altro

Stiamo allestendo una squadra competitiva

Settimana decisiva la prossima per stabilire dove giocheremo nella prossima stagione, ultimamente siamo stati silenti non perché non volessimo comunicare questa che è una bella prospettiva per la nostra società e per i nostri tifosi. Ma perché riteniamo doveroso muoverci con i crismi dell’ufficialità. E’ fin troppo evidente però che alcune notizie uscite su riviste specializzate hanno dato vigore sprint a un’ipotesi sulla quale abbiamo lavorato nelle ultime settimane. Un tentativo andava fatto per dare il giusto lustro, che abbiamo provato durante le final four dello scorso marzo al Palasanquirico, di riportare il grande futsal nella nostra città e nel nostro territorio.

Altro

Tempo di saluti. Grazie di tutto Ongari, Fisco, Negro e Itria

Luglio è il mese in cui ci si organizza, si programma e si da il via alla stagione che prenderà il via a fine agosto. Ma è anche il mese in cui spesso alcuni rapporti sportivi cambiano, e quando una squadra agisce come una famiglia ci si saluta con chi a partire dalla prossima stagione mettere le scarpette in un'altra palestra, in un palazzetto diverso e anche in un campionato nuovo. Doveroso ma non scontato il saluto con chi ha condiviso con noi gioie e dolori, perché quelle lacrime di felicità o quegli sguardi delusi per un appuntamento mancato erano gli stessi per tutti. Itria, Negro, Ongari e Fiscante non faranno più parte della famiglia del Città di Asti, nella prossima stagione e ai tifosi, alla società rimane il ricordo di una stagione e di alcuni episodi che segneranno indelebilmente il nostro percorso futuro.

Altro

Una stagione da brividi per il Città di Asti

E’ così anche Mantova a cui vanno i nostri complimenti per la promozione, si iscrive alle magnifiche 16 squadre che saranno la crema del futsal nazionale nella prossima stagione. Alla luce dei risultati dei play off da una parte si rivaluta anche il nostro cammino nel corso di questa stagione. Siamo stati quelli che hanno battuto le due neo promosse, Padova e Mantova, siamo stati gli unici quest’anno a violare il palazzetto del Mantova, abbiamo avuto le nostre bestie nere (Villorba e L84) ma anche un po’ di sfortuna che ci ha precluso altri risultati. La finale di Coppa in casa che ci ha dato lustro ma che inevitabilmente ci ha levato energie per il finale.

Altro

Ciao Robocop grazie di tutto

Ciao Robocop grazie di tutto, è questo il pensiero che emerge dalla società Citta di Asti, dai tuoi compagni, dai tifosi e da tutto il mondo del futsal, astigiano e non solo, sei un professionista vero, bravo nel metterti al servizio degli altri e a lottare per la causa comune. Ci hai portato alle finali di Coppa, hai deliziato la platea del Palasanquirico con reti d’autore, il tacco contro Sestu, il tiro al volo contro Sandro Abate e lo scavetto contro il Merano.

Altro

Un sogno chiamato A2 tra finale di Coppa e tante emozioni #lastagione

Alle Olimpiadi la medaglia più temuta è quella di legno, il primo degli esclusi, ai piedi del podio, e quando uno la conquista non può essere soddisfatto al cento per cento, almeno quando finisce la competizione. Poi però, come sempre accade bisogna guardarsi alle spalle, analizzare per bene tutto quello che è successo e tracciare un bilancio. Il Città di Asti alla sua prima stagione in serie A2 ha realizzato un’impresa, non è il discorso della Volpe e l’Uva è una constatazione reale, 22 partite, cinque sole sconfitte e 41 punti sul campo, hanno permesso al sodalizio di Lotta di disputare una stagione veramente di grande respiro. Cominciamo con il ricordare che le tre squadre che ci hanno preceduto in classifica, almeno una volta in stagione sono state battute (Padova, Mantova e Sestu). Siamo stati campioni di inverno, e anche se fittizio è un titolo che ci fa piacere.

Altro

Pareggio amaro per il Città di Asti

Partita da dentro o fuori quella tra Asti e Mantova, i virgiliani lasciano a riposo qualche giocatore per la trasferta di Asti mentre Lotta è costretto a fare a meno di Fiscante e Mendes entrambi squalificati per l’ultima di campionato. Mantova senza stimoli di classifica mentre Asti deve vincere per essere sicuro di accedere al post season. E Fortino e compagni attaccano subito Ricordi con tiri e incursioni ma il portiere e i pali negano la gioia della rete. Denilson Manzali invece il vizio della rete non lo perde e trova il pertugio per battere Tropiano.

Altro