Tropiano: Una saracinesca con un cuore grande

E’ una bandiera, è il Città di Asti, al secolo Erik Tropiano, una vita da estremo difensore, ma chi dice che il portiere è un solitario non ha mai conosciuto Erik. Professionale e guascone al tempo stesso. Con Fisco ha realizzato una coppia di fatto burlona nelle lunghe trasferte di campionato. Ma sul campo senti solo la sua voce che dirige la squadra dal suo punto di vista. Dalla C2 alla A2 tanta la strada fatta insieme all’amico Maschio per questi colori.

Logico parlare con lui della prima parte della stagione: “ un buon campionato anche se forse guardando il tutto abbiamo bittato qualche punto a Reggio Emilia e soprattutto in casa contro il Leonardo, punti che potevano far comodo ma in ogni caso siamo li a giocarcela. La parata più bella è quella che si farà nella prossima partita, ma in questa stagione ricordo a Massa un intervento che ha salvato la porta e forse anche la partita. Mi chiedi se è più bello vincere un Campionato o la Coppa, beh il campionato sicuramente anche se il ricordo delle Final Four di Coppa disputate in casa me le porterò sempre nel cuore” In Bocca al Lupo Erik ci si vede al Pala