Sulla ruota di Venezia esce il biancorosso di Lucas e Siviero

Venezia diventa felix per il Città di Asti al primo squillo fuori dal suo fortino Palasanquirico e son tre punti pesanti che muovono la classifica in modo determinante e portano gli uomini di Lotta/Braga al quinto posto in coabitazione per una strada ancora lunga ma che può portare al sodalizio piemontese soddisfazioni future. Che sia una buona giornata lo percepisci dal fatto che Lucas la sblocca dopo soli 25 secondi ma Venezia non demorde il gruppo di giovani è tosto e non si fa mettere sotto tanto facilmente, Marton la raddrizza ma ci pensa Siviero a mettere la freccia per gli ospiti.

Altro

Metti un sabato a Venezia Mestre. Settima di campionato

Ci siamo in un sabato autunnale e freddo la lunga trasferta a Mestre per la settima di campionato, una partita che deve dire se l’intensità della squadra è cresciuta e se soprattutto si può dare continuità alla buonissima prova già messa in campo contro Saints Pagnano. Tutti gli elementi sono a disposizione dei Mr Lotta e Braga pronti a dare battaglia per portare a casa punti necessari per una classifica corta in un girone molto equilibrato.

Altro

Oggi a Imola scontro con i padroni di casa

Nel lungo tragitto del campionato la tappa di oggi alle cinque della sera, come reciterebbe il sommo Garcia Lorca, è una tappa importante contro una squadra molto attrezzata mai doma come recita il pareggio all’ultimo secondo utile in quel di Chiuppano. Il Città di Asti si presenta però con diverse assenze con Tropiano e Mendes squalificati e con ancora ai box Salamone e forse anche Siviero, anche la squadra di casa ha i suoi deficit con Foglia e Ortiz non della partita, ma in un campionato lungo e appassionante sono i trabocchetti che possono capitare. E allora spazio ai giovani e all’intensità che serve per disputare una buona partita.

Altro

Asti e Sestu si dividono la posta

Non è proprio un bel periodo continua il Città di Asti a mettere da parte crediti con la fortuna che potrebbero essere prima o poi riscossi. Un gran sinistro di Major al fulmicotone si stampa sulla traversa e poi entra in porta ma per l’effetto ritorna in campo, la terna non se ne avvede e così sfuma un successo che sarebbe stato quanto mai terapeutico per il Città di Asti bersagliato anche dagli infortuni che hanno tenuto al palo sia Siviero che Salamone. Se a questo si aggiunge l’assenza di Mendes per squalifica si comprende come il periodo non sia dei migliori.

Altro

Scontro stellare oggi al Palasanquirico contro Sestu.

Va in onda oggi al Palasanquirico il quarto atto del campionato e ripropone un classico degli ultimi anni lo scontro tra Città di Asti contro il Citta di Sestu; queste con gli isolani non sono mai partite semplici ma vere e proprie battaglie sportive fatte di buone giocate e di interpreti sempre sopra le righe dal punto di vista agonistico. La classifica non mette i due sodalizi in posizioni di classifica che competono ma siamo solo agli inizi e la stagione sarà lunga e complessa.

Altro

Grinta Città di Asti ma non basta per passare il turno a Brandizzo

Il secondo turno della Coppa di Divisione finisce al Palazzetto di Brandizzo a favore dell’L84 per 4 a 3, una partita tosta vibrante molto emozionante soprattutto nel secondo tempo. La Coppa di divisione è stata una proposta inserita tre anni fa per vivacizzare e mettere in competizione squadre che provengono da campionati diversi e anche un modo per portare in provincia i grossi squadroni. Asti è stata inserita nel girone A dove oltre alle squadre di categoria A2 e B ci sono anche due compagini di serie A CDM Genova e Mantova ieri sera dominatore a Cavezzo con il parziale di 22 a 3. Ma l’attenzione era per il primo scontro ufficiale di stagione tra le due piemontesi.

Altro

Un pari che sta stretto ma che reazione nel finale

Alle cinque della sera va in onda la terza di campionato per il Città di Asti; la sfida è con l’Olimpia Regium che annovera tra le sue fila Edinho, marcatore per eccellenza di questo girone A. Ma è il Città di Asti a fare la partita costringendo i padroni di casa a chiudersi a riccio. Però la tattica dell’Olimpia ha effetto e su una ripartenza e tiro di Aieta Corsini devia alle spalle di Tropiano. Manca ancora molto all’intervallo ma su una situazione simile stavolta è Fazio a mettere nei guai la difesa. La reazione è veemente ma per uno strano gioco del destino i pali e l’imprecisione non danno soddisfazione al Città di Asti.

Altro