Corsini: stiamo crescendo

E’ stato l’autore della prima rete ufficiale al Palasanquirico, un muro in difesa, tanta esperienza e qualità e un ruolo di allenatore dell’under 19 che promette bene per la sua pazienza e determinazione nel far crescere squadra e compagni. Stiamo parlando di Douglas Corsini ormai a tutti gli effetti un veterano del futsal astigiano. Douglas prima rete ufficiale in casa ? Si ho aperto le marcature soddisfatto di aver fatto il mio primo goal in casa, la speranza è di realizzarne tanti altri, la grinta e la voglia non mi manca di certo.

Altro

Il Città di Asti con grinta e passione fa suo il match contro Pistoia

La partita era importante, la posta in palio anche, il Città di asti tornava in una partita ufficiale davanti la suo pubblico dopo il pareggio contro il Mantova la scorsa stagione che aveva sancito la fine di un’annata comunque positiva. Il campionato era iniziato la settimana scorsa con il brusco stop a Villorba ma in quell’occasione non era certo mancato il gioco. Di fronte il Pistoia di uno ieratico Pippo Quattrini che ha giocato con il coltello fra i denti dal primo all’ultimo momento. Gli uomini di Lotta/Braga partono il piglio giusto ma serve un’invenzione di Corsini per andare in vantaggio; i toscani non ci stanno e pareggiano con il bomber Galindo, ma è sul finire del primo tempo che Braga/Fazio piazzano un uno due che stordisce gli ospiti.

Altro

Braga: contro Pistoia sarà una bellissima partita

Ci siamo, la prima in casa apre ufficialmente la stagione delle partite che contano al Palasanquirico. C’è naturalmente tensione pre-gara non si vuole fallire l’approccio alla sfida contro il Pistoia Gisinti. Contro il Villorba è stato il debutto su un campo difficile ma con alcune assenze, ora l’atteso debutto ne abbiamo parlato con Riccardo Braga: "se ripenso a sabato scorso guardo il lato positivo, fino a cinque minuti dalla fine

Altro

Celentano: abbiamo bisogno di un tifo caldo per dare il massimo

In serie A è un inedito ma lo scontro tra Pistoia e l’Astense, da cui poi sorse il Città di Asti, risale al campionato di serie B del 2013/2014, all’epoca la porta difesa da Tropiano non tremò di fronte ai toscani sconfitti per 5 a 1 al Palasanquirico e con i piemontesi in grado di violare all’ultima giornata il parquet toscano per 6 a 3, al termine di quella stagione l’Astense volò in serie A2 al culmine di una cavalcata vittoriosa. Prima stagione in serie A2 per quello che, dopo l’abbandono di Maschio è poi diventato il capitano della squadra, Antonio Celentano, e con lui tracciamo un po’ il bilancio del periodo in attesa dell’esordio casalingo.

Altro

Il Città di Asti perde la prima a Villorba

Non gira bene al Città di Asti la prima partita di campionato, il risultato del Pala teatro di Villorba fa segnare lo zero sulla casella dei punti intascati dalla squadra bianco rossa. Celentano e compagni perdono per 7 a 4, un punteggio che forse non rispecchia l’andamento della partita e l’intensità del match, ma quando sei sotto e devi rischiare il portiere di movimento ci può stare di beccare qualche rete in più e in questo il Villorba di De Martin è stato bravo a capitalizzare l’arrembaggio finale dei piemontesi.

Altro

Il messaggio del Presidente Onorario Furlanetto

Un grido del Presidente Onorario Diego Furlanetto: vi sono vicino Tropiano, Celentano, Corsini, Braga, Mendes e Siviero, Salomone e i nuovi  il mio pupillo SANFILIPPO, il mister Braga, Lotta, Conti e l’intero staff dirigenziale che compie sforzi dettati dal cuore , ma sappiate che sarete da soli oggi a Villorba, soli contro tutti , sarete da soli a combattere fianco a fianco, soli contro la fatica, il sacrificio e la sforzo... perché nessuno ci regala niente.. è proprio quello è il bello ... voi le vittime sacrificali sul campo , voi gli eroi delle battaglie... non sono presente come vorrei ma ci sono e vi sono vicino, sarò pronto a festeggiarvi e a difendervi. Città di Asti nel Cuore. 

Altro

Il saluto del Presidente Formiglio alla squadra

Potete solo immaginare quanto io sia motivato e quale onore sia per me trovarmi qui a presiedere questa squadra. L’onore più grande. Amo questo club. E non prenderò mai una decisione che possa danneggiare o essere contraria al club. Quello di cui abbiamo bisogno, e che vogliamo è attaccamento alla maglia e gran lavoro. Ora è tempo di correre e di dare tutto. Ho fatto parte di questo club per molti anni e sono consapevole del grande lavoro svolto da chi mi ha preceduto e li ringrazio per aver portato questa squadra ad altissimi livelli. Ai ragazzi dico che vi difenderò fino alla morte ma sarò molto esigente con tutti voi, come lo sono con me.

Altro

Parte il campionato: Lotta alla decima

Calmo serafico mai una parola scomposta o un comportamento sopra le righe eppure ha una longevità in panca di lungo corso, patentino allenatore preso e cinque promozioni in saccoccia, scusate se poco, a chi lo guarda dall’esterno può pensare a un Nils Liedholm redivivo in realtà Lotta ha nel suo cognome la forza per andare avanti ogni maledetto sabato. Quest’anno anche in un doppio ruolo in panca e organizzativo. 

Altro